Sformato di sorgo con zucca e batata con gratin di mais fioretto

Lo sento che mi senti. Sì, sto vivendo un periodo così. Nel quale non c’è bisogno di parlare, non c’è di bisogno di esserci sempre, non c’è bisogno di spiegarselo. E’ una questione d’energia, d’intenti, di menti che non so come ma si sentono, tra loro, a distanza. E voi direte: cosa c’entra con lo…