Su e giù, esplorando il Muse di Trento

Siete mai stati con i vostri bambini al MUSE di Trento? No?! Allora andateci!

Animali appesi da osservare col naso all’insù, attività e laboratori, spazi nei quali sperimentare giochi in20161112_140021[1]telligenti. Per ogni età c’è qualcosa da inventare….i miei bimbi sono piccoli piccoli, eppure di cose ne hanno fatte: correre, guardare, toccare, provare. Affascina, questo mondo fatto di dinosauri, viaggi nel tempo, invenzioni, suggestioni, stelle e pianeti, piante e fiori tropicali, pesci e alte vette. Noi abbiamo fatto su e giù, da un piano all’altro, taaaante volte 😉

L’ideale è divertirsi il più possibile insieme ai propri figli, proponendo percorsi, sperimentando con loro le invenzioni, ideando storie magiche, aiutandoli a lasciarsi stupire anche da suggestioni di per sè semplici. Semplicità. E’ nella semplicità che si scoprono tante cose. A volte basta anche solo poter toccare per immaginare ciò che sta dietro.

E mi raccomando, non state solo all’interno del MUSE. Uscite e scoprite la parte che a me personalmente è piaciuta di più: gli Orti. Nell’anno internazionale dei Legumi non potevano mancare fagioli, lenticchie, lupini, soia, ceci, fave, cicerchie e tantissime altre varietà di legumi, divisi per aree geografiche. E poi frutta e verdura, filari tra i quali correre e giocare a nascondino.

20161112_134930[1]

Una bella avventura, da rifare.

20161112_135054[1]

 

Info utili:

  • Trovate tutto su www.muse.it;
  • Il biglietto d’ingresso costa 10 euro, ma i figli minorenni non pagano, quindi in pratica se siete due genitori con tre bambini pagate comunque 20 euro (fantastico…);
  • L’ideale è controllare il sito per vedere se nel giorno in cui scegliete di andare sono in programma attività;
  • Esiste un’area che si chiama Maxi Ooh! ed è dedicata ai piccolissimi, da provare!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *