Figurati se non la pigliavano pure loro….

…quella malattia virale che sta contagiando tutti i bambini dell’asilo, quella varicella/gastroenterite/scarlattina e chi più ne ha più ne metta che sta decimando le presenze…ecco, figurati se non la prendeva anche tuo figlio e figurati se non la passava subito anche alla sorella.

Il problema è che la malattia in questione non rientra sotto i parametri standard e allora, in attesa di riuscire a intercettare al telefono la povera pediatra tartassata di chiamate e disponibile solo in certi orari, finisce che ti scateni alla ricerca di risposte tramite il web. Confronti i loro puntini con quelli in fotografia su siti e blog, cerchi i sintomi più simili a quelli dei tuoi bimbi e arrivi pure ad azzardare una diagnosi.

Per fortuna poi ti confronti con altre mamme, scopri che le tue vicine di casa stanno affrontando a loro volta l’impossibile, tra vomito, diarrea, febbre e mal di testa. Finalmente trovi la pediatra, ma poi magari finisce che fai di testa tua, perchè le medicine non ti piacciono molto. La parola d’ordine è sempre una: pazienza. Perchè i tuoi bimbi hanno soprattutto bisogno di coccole, di sentirsi rassicurati e protetti…e tu ce la metti tutta, anche quando iniziano ad urlare insieme, pretendono entrambi tutta la tua attenzione, non riescono a dormire.

Finchè arrivi a mattina distrutta e mentre ti fai al volo (ma proprio al volo, perchè è prestissimo e forse forse dormiranno un po’) una doccia ti guardi la pancia e la vedi ricoperta di puntini rossi….gli stessi puntini rossi….ecco, ora la sfida si fa dura. Ma tu vincerai, resisti, giusto qualche giorno, giusto un po’. Vincerai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *