Tortino di miglio crudista?! Col cavolo! ;-)

Scoprire che il miglio può essere mangiato anche crudo mi ha aperto nuovi orizzonti di sperimentazioni. Mi è capitato varie volte di usarlo in questo modo, anche per preparare piatti dolci. Soprattutto d’estate, quando a voglia di cibo raw mi assale. Con l’autunno e la stagione fredda tendo a diminuire i piatti crudisti, ma ogni tanto ci stanno. Eccome!

Il modo migliore per utilizzare il miglio a crudo è lasciarlo in ammollo in acqua per una notte. I chicchi in questo modo diventano morbidi, si possono mettere nell’insalata o frullarli. Si possono anche far germogliare, lasciandoli un po’ più di tempo in ammollo.

 

Ingredienti per 3-4 persone:

  • mezzo cavolo
  • 120 gr di miglio
  • una manciata di semi di chia
  • 1 mela
  • 1 carota
  • 2 peperoncini dolci
  • topinambur
  • radice di zenzero
  • peperoncino piccante
  • sale e pepe, spezie a piacere
  • olio extravergine d’oliva

 

 

Preparazione:

Il primo passaggio per questo tortino è quindi lasciare per una notte il miglio in ammollo in acqua pari a poco più del suo volume, insieme a una manciata di semi di chia (renderanno il tutto un po’ gelatinoso, adatto per creare una crema).

Il giorno successivo si prende un bel cavolo bianco, lo si taglia a metà e lo si frulla grossolanamente in modo da creare una sorta di cous cous. Lo si condisce con sale e pepe, un filo d’olio, e lo si mette da parte. Si lavano quindi la carota, i peperoncini dolci, la mela, un po’ di topinambur, li si taglia a pezzetti fini fini e si versano nella ciotola col miglio (se è rimasta molta acqua dalla notte toglietela). Si aggiunge qualche centimetro di radice di zenzero, un po’ di peperoncino piccante e si frulla il tutto. Aggiustate con spezie a piacere la crema così ottenuta.

Con un coppapasta mettete in un piatto il cous cous di cavolo e versate sopra la crema, guarnite con germogli e verdure a piacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *