Sformato di sorgo con zucca e batata con gratin di mais fioretto

Lo sento che mi senti. Sì, sto vivendo un periodo così. Nel quale non c’è bisogno di parlare, non c’è di bisogno di esserci sempre, non c’è bisogno di spiegarselo. E’ una questione d’energia, d’intenti, di menti che non so come ma si sentono, tra loro, a distanza.

E voi direte: cosa c’entra con lo sformato?! Non lo so nemmeno io, ma questo sformato è nato proprio nel momento più intenso di questo scambio. E non ho pensato molto agli ingredienti con i quali lo preparavo. Fatto sta che alla fine è venuto una delizia 🙂

 

Ingredienti:

  • tre tazze belle piene di sorgo
  • mezza zucca
  • brodo vegetale
  • porro
  • olio d’oliva
  • shiro miso
  • gomasio
  • 3 patate rosse dolci
  • farina di mais fioretto
  • erbe aromatiche

 

 

 

Preparazione:

Mettete il sorgo in ammollo per una mezz’oretta. Poi scolatelo e sciacquatelo. Versatelo in una pentola con abbondante acqua (o brodo vegetale) e fatelo cuocere per circa 40 minuti.

Nel frattempo in una padella mettete il porro tagliato fine, un filo d’olio, la zucca a tocchetti. Lasciate appena imbiondire, poi aggiungete acqua (o brodo vegetale) in poca quantità, giusto quel che serve per coprire il tutto. Lasciate cuocere a fuoco lento e aggiungete acqua quando necessario, finché la zucca non diventa morbida. Una volta pronta schiacciatela, anche solo grossolanamente con la forchetta.

Prendete il sorgo cotto, unitelo alla zucca nella padella, date un’ultima sfiammata per amalgamare bene il tutto. Prendete quindi una teglia coperta con carta da forno, adagiate il composto ottenuto schiacciandolo ben bene con le mani. Spolverate con farina di mais fioretto, gomasio ed eventuali erbe a piacere, cospargete con un filo d’olio e mettete in forno caldo, ventilato, a 180 gradi per 15 minuti, finché non si forma una crosticina croccante.

Sfornate e lasciate intiepidire. Io a questo punto, una volta impiattato, spalmo sullo sformato un po’ di shiro miso (ve l’ho detto, vero, che è la mia ultima dipendenza?! 😉 ).

Ho accompagnato lo sformato con la batata. Ho preso le patate dolci rosse, le ho tagliate a tocchetti e messe in una teglia coperta di carta da forno. Le ho cosparse e amalgamate con farina di mais fioretto, erbe aromatiche, olio d’oliva. Le ho fatte cuocere in forno a 180 gradi per una ventina di minuti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *