Il tè Macha, il porridge, le cose belle e buone da scoprire

 

Ultimamente in cucina vivo di infatuazioni. Scopro un ingrediente che non conoscevo, mi ci fiondo sopra, lo studio ben bene, lo sperimento in tutti i modi possibili. Poi magari dopo qualche tempo capisco che posso anche farne a meno, che l’ideale è usarlo ogni tanto, giusto per non stancarsi.

Il tè Matcha

Ecco, in questo mare di infatuazioni mi capita però anche ogni tanto un innamoramento. Di quelli veri, che durano nel tempo, che resistono a tutto. Tipo quello per il Matcha, un tè verde giapponese pregiatissimo. E’ una polvere molto fine e profumata, con un colore verde smeraldo intenso. Alle sue spalle ha una storia affascinante, fatta di pazienza, di riti antichi, di coltivatori che a metà maggio raccolgono le foglie del tè, le cuociono a vapore per circa 20 secondi per bloccarne il processo di ossidazione, le mettono ad essiccare. Il Tea Master giapponese assaggia e seleziona le qualità migliori, che verranno poi macinate rigorosamente a pietra.  Insomma, una bella trafila, il cui risultato è super. Il Matcha ha grandi proprietà antiossidanti, è disintossicante, stimola il metabolismo, dona energia al corpo. Insomma, va provato.

Potete prepararlo usando acqua calda (sui 70 gradi, non deve bollire), sotto forma di te oppure come una sorta di caffè, più concentrato. Ma la polvere si può sciogliere anche in acqua fredda o latte vegetale, il sapore resta più delicato e rinfrescante. Si può usare per preparare biscotti, gelati, tiramisù. Io lo uso per il porridge che mangio al mattino a colazione e che mi preparo la sera.

Porridge al tè Matcha

  • mezzo cucchiaino di te Matcha
  • 90 ml di latte di mandorla non zuccherato
  • 50-60 gr di fiocchi d’avena
  • uvetta
  • frutta fresca a piacere (mirtilli, lamponi, more, fragole, albicocche…)
  • frutta secca (mandorle, noci, nocciole…meglio se in granella)
  • datteri
  • cannella

Versate in una tazza il latte di mandorla freddo (o a temperatura ambiente). Aggiungete mezzo cucchiaino di Matcha e mescolate. Unite i fiocchi d’avena, l’uvetta, la frutta secca e i datteri spezzettati, frutta fresca, un pizzico di cannella. Mescolate ben bene. Il composto che dovrete ottenere non deve esser troppo liquido ma nemmeno solido. Mettete in frigo per una notte.

In foto sembra una sbobba, ma vi garantisco che è buonissimo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *