Falafel di ceci e quinoa con salsa tahin

 

Adoro i falafel. E in generale i piatti a base di ceci. Li utilizzo spesso, così come sono, frullati, spalmati, spiaccicati con la forchetta… In questo caso ho reinventato un po’ la ricetta dei falafel unendo i ceci alla quinoa e alla patata. Il risultato merita davvero, potete anche sperimentare spezie dai sapori forti, orientaleggianti. Io non ho esagerato, perché questo tipo di polpettine piacciono molto ai miei bambini.

 

Ingredienti:

  • 300 gr di ceci secchi
  • 100 gr di quinoa
  • 100 gr di patate bollite
  • 1 pizzico di cumino
  • mezza cipolla
  • uno spicchio d’aglio
  • coriandolo
  • prezzemolo
  • sale e pepe q.b
  • pane grattugiato senza glutine
  • salsa tahin
  • gomasio
  • olio per friggere

 

Preparazione:

Mettete i ceci in ammollo per 24 ore, cambiando l’acqua ogni 12 ore. Sciacquateli ben bene e metteteli nel mixer, così come sono, senza cuocerli. Aggiungete la quinoa che avrete fatto precedentemente cuocere per una ventina di minuti in acqua bollente e la patata. Unite la mezza cipolla, lo spicchio d’aglio, un po’ di prezzemolo, cumino, coriandolo, sale e pepe. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto pittosto morbido. Copritelo e lasciatelo in frigorifero per due orette.

Una volta trascorso il tempo prendete l’impasto, formate palline, arrotolatele nel pangrattato e friggete le falafel. Servitele con una salsa, io ho usato la tahin, cosparsa di gomasio…ma sì, crepi l’avarizia 😉

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *