Che bello cucinare con i bambini!

«Mangiandola acquisivano superpoteri, per questo è conosciuta come l’oro degli Incas». «Tipo che riuscivano a sollevare le montagne?!». “Non proprio, ma quasi. Quattromila anni fa avevano scoperto che dava un sacco di energia e faceva bene a tutti. Noi oggi ce la cuciniamo insieme e vediamo cosa succede”. E così anche la quinoa acquista un fascino a prova di bambini.

I miei figli sono piccoli, eppure in cucina stanno volentieri. Sperimentano, ascoltano, fanno un casino pazzesco ma è anche questo il bello. Il segreto è coinvolgerli raccontando loro storie, immergendoli in mondi fantastici all’interno dei quali possono diventare protagonisti. All’inizio, davanti al delirio che si creava in cucina, mi chiedevo “ma chi me lo fa fare”….ma quando ho visto i risultati mi sono ricreduta. Ora, quando sforniamo qualcosa che abbiamo preparato insieme, anche a loro vien voglia d’assaggiare il risultato. Spesso piace, qualche volta no, ma almeno ci abbiamo provato. Se proprio serve ci inventiamo altro.

Stasera lasceremo la quinoa con zucchine, pomodorini e curcuma a papà (trovate la mia ricetta su: http://www.santalessandro.org/2016/10/quinoa-oro-incas-piatto-superpoteri), noi ci papperemo le polpette..ma l’ingrediente base è sempre lo stesso!

polpette

 

2 Comments Add yours

  1. Simone Contin ha detto:

    proverò!!

    1. admin ha detto:

      Grande Simo! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *