Mamma che bello!

Mettici quel tocco di magia che solo i bambini sanno dare alle cose, aggiungici la tua voglia di divertirti con loro e una splendida giornata di sole. Il tutto unito alla capacità di chi offre attrazioni e spettacoli di farlo in modo attento, riservando un’attenzione particolare ai bimbi piccoli, quelli che spesso restano tagliati fuori dalle offerte dei parchi di divertimento. Beh, pure io, che ho sempre qualcosa da ridire, questa volta alzo bandiera bianca: bello, Leolandia è proprio un bel parco.

leolandia trenino thomas

Persino Tommy e Alice, che di anni ne hanno solo tre e uno, sono riusciti a non fermarsi mai fino all’orario di chiusura. Il trenino Thomas e tutti gli altri treni disseminati nel parco, le navi dei pirati e i cannoni per sparare acqua, le biciclette volanti e le rapide di Leonardo Da Vinci, la ruota panoramica dei pionieri. Per non parlare dell’area riservata proprio ai più piccoli, con giostre, scivoli e “torcibudella” dai quali è veramente un’impresa schiodare i figli.

leolandia pirati

E poi sì…c’è anche lei…Peppa Pig. E la sua è in assoluto la zona nella quale occorre trascorrere più tempo nelle giornate calde: zampilli d’acqua e fontane ricreano la suggestione delle tanto amate pozzanghere nelle quali saltare senza sosta, finchè non si è distrutti, finchè riesci a convincere tuo figlio ad andare a visitare la casa di Peppa. Che poi è proprio carina, con cucina, bagno, camera da letto ricostruiti alla perfezione e pure la maialina in formato extra large pronta a salutarti.

leolandia casa peppa

Ormai distrutto e trascinandosi a fatica Tommy è riuscito anche a fare il pompiere spegnendo l’incendio in una casa, ma a quel punto ha reclamato il passeggino e si è addormentato all’istante.

leolandia casa incendio

Con Alice nel marsupio io e papà siamo riusciti a dedicarci una mezz’oretta per girare tutta l’Italia in versione mini, sempre affascinante, con tanto di zattere per navigare in relax. Ci voleva più tempo, moooolto più tempo.

leolandia minitalia

Mancavano ancora la fattoria, i pappagalli, l’acquario e chissà quante altre cose…beh, sarà per la prossima volta. Torneremo, ceeeerto che torneremo.

 

INFO UTILI:

  • l’ideale è prenotare prima il biglietto, acquistandolo online…si risparmia parecchio!
  • sul sito (www.leolandia.it) si trova tutto, inclusa la mappa del parco. Con i bimbi piccoli conviene organizzare un pochino la visita, pensando già da prima cosa si vuole assolutamente vedere;
  • non occorre portarsi troppe cose, ci sono nursery molto belle e attrezzate con tutto, si trovano ovunque seggioloni, pappe e scaldabiberon;
  • il personale che ho incontrato è sempre stato molto gentile e disponibile…per me è un grande valore aggiunto;
  • nelle belle giornate di sole occorre armarsi di pazienza, per certe attrazioni bisogna fare lunghe file, a volte è meglio aspettare e riprovare verso metà pomeriggio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *